I colori e i sapori della montagna: la produzione del formaggio

Cosa c’è di meglio che vivere come vero “montagnard”? Questo è possibile solo se si trascorre un soggiorno nella Valle d’Aosta più autentica come a Torgnon, il paese al cospetto del Monte Cervino. L’ospite potrà alloggiare in piccole e accoglienti strutture tipiche e assaporare il latte fresco, i formaggi freschi e stagionati, la verdura le carni e le uova delle aziende agricole situate nelle vicinanze, inoltre potrà sperimentare personalmente delle attività per prepararsi al grande inverno di montagna. Sarà anche l’occasione per conoscere le piante officinali, come si coltivano, imparare il giusto periodo di raccolta, le varie fasi, le tecniche di lavorazione e il loro utilizzo. Tutto questo nello scenario incantevole del paesaggio multicolore della Valle d’Aosta.

Ci saranno momenti di vita rurale di ieri e di oggi anche attraverso varie visite guidate alle aziende agricole del luogo, si ripercorreranno le fasi che portano alla produzione del formaggio dalla fienagione alla stagionatura. In questa occasione gli ospiti potranno cimentarsi nella lavorazione di uno dei tanti formaggi tipici come il reblec, un formaggio fresco tipico del luogo. E per chi vorrà saperne di più potrà visitare il museo etnografico di Torgnon con particolare attenzione agli attrezzi usati nel passato per l’attività zootecnica. Infine naturalmente si darà spazio alla degustazione sensoriale dei prodotti aziendali, tra cui la specialità della casa: il formaggio Bleu de Torgnon.

Sarà inoltre possibile seguire un breve corso di erbe officinali con degustazione di varie tisane.

Il tutto sarà completato da una cena a base di piatti tradizionali della cucina valdostana: tomini conditi con la santoreggia, gnocchi di borragine, arrosto di maiale con le spezie e non potrà mancare una cena fonduta utile per apprezzare la cucina del luogo.

E alla fine di questo soggiorno, l’ospite potrà portare con sé il formaggio da lui prodotto che lo inviterà a tornare in Valle per nuove appassionanti esperienze.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *